Sei qui: News | PALAZZO MORANDO UN PEZZO DI STORIA MILANESE

Primo Piano

  • MILANO EVENTO MECENART

Eventi

Riflessioni sul Futuro

      

° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° °       

campari-logo

° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° 

 

Bayer

 

° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° °  

Branca

 

° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° °

momodesign 01

 

° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° °

profumerieMazzolariLogo

° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° °

banner c-room 334x238

° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° 

ipcmethod 230x

 ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° °  

blakies 334x228

° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° 

 

 

Media Partner

 

 

          logo Testata24orenews 300

 

 

KiraTVLOGO Lombardia SAT

 

       Logo-x-sfondi-chiari lattemiele 150x

       RADIO ATLANTA logo 2  DIMENSIONE RADIO logoRADIO 1 NEW YORK logo RADIO VALLE BELBO logo RADIO MILAN INTER  logo RADIOPAL  logo

Seleziona la lingua

PALAZZO MORANDO UN PEZZO DI STORIA MILANESE

PALAZZO MORANDO  LOGO

Palazzo Morando Attendolo Bolognini appartenne all'antica famiglia dei Bolognini, di origine pavese il cui capostipite, fedelissimo di Francesco Sforza, ottenne nel 1459 il privilegio di portare il cognome Attendolo. Le famiglie Morando e Attendolo Bolognini si legarono con il matrimonio di Alessandro e Clotilde a metà dell'Ottocento. Come spesso avveniva tra le famiglie patrizie, un'attenta rete di alleanze matrimoniali assicurava la conservazione del patrimonio immobiliare. Strutturalmente omogenea a molte dimore dell'aristocrazia milanese riedificate nel XVIII secolo, alla sobrietà della facciata che prospetta con discrezione su Via Sant'Andrea, si contrappone un cortile porticato di nobile aspetto. Al suo interno il palazzo presenta i caratteri tipici delle dimore patrizie in stile rococò: oltre ai saloni di rappresentanza, trovano posto stanze più intime per dimensione, decorazione e stucchi dorati, specchiere dalle cornici intagliate, caminetti, cineserie. Al primo piano è attualmente ospitata la Pinacoteca: una collezione di dipinti, sculture, stampe che ha avuto origine nel 1934 dall'acquisizione da parte del Comune della collezione di Luigi Beretta e testimonia l'evoluzione urbanistica e sociale di Milano tra la seconda metà del XVII e i primi anni del XIX secolo; negli ambienti attigui sono state riallestite le sale di rappresentanza della casa nobiliare, un percorso suggestivo che documenta in modo esemplare il gusto settecentesco per l'arredo domestico, attraverso un nucleo di decorazioni, mobili e oggettistica recentemente ricomposto nella sua fisionomia originaria con una capillare attività di recupero di un patrimonio nel tempo disperso in diversi depositi esterni al palazzo.Nel gennaio del 2010 ha visto la luce il nuovo allestimento di Palazzo Morando finalizzato a dare nuova visibilità allo straordinario patrimonio artistico del Museo di Milano e al patrimonio storico delle Raccolte d'Arti Applicate che costituiscono un nucleo portante delle collezioni storiche e artistiche comunali. PALAZZO MORANDOGli interventi eseguiti hanno infatti valorizzato, oltre che il patrimonio tessile delle Raccolte Storiche anche le collezioni di abiti, accessori e uniformi conservati nei depositi delle Raccolte d'Arti Applicate del Castello Sforzesco che in questi ambienti hanno trovato la loro idonea sistemazione. Dal 1995, la volontà di documentare gli aspetti salienti e i protagonisti della vita culturale milanese tra il XVIII e il XIX secolo, integrando così il valore documentario delle collezioni, ha guidato l'organizzazione di alcune rassegne fondamentali, da "Pietro Verri e la Milano dei Lumi ", dedicata ai fratelli Verri, a "Oh giornate del nostro riscatto. Milano dalla Restaurazione alle Cinque Giornate", fino a "La Milano del Giovin Signore. Le Arti nel Settecento di Parini" e "I volti di Carlo Cattaneo 18o1-1869. Un grande italiano del Risorgimento".

PALAZZO MORANDO ESTERNO

 

DOVE SIAMO
Via Sant'Andrea, 6 - 20121 Milano   - MM1 San Babila - MM3 Montenapoleone  -Tram 1-2 / Bus 94

ORARI DI APERTURA
dal Martedì alla Domenica  dalle 9.00 alle 13.00 - dalle ore 14.00 alle 17.30

SEGRETERIA
Tel. 02 884 65933 / Tel. 02 884 48135 Fax 02 884 65736

INFO
Visite guidate al Museo di Milano:   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   

tel. 02 884 65933 /48135