I NOSTRI CANALI

Ultimi articoli

1
2
3
4
PERSONAGGIO DEL MESE

GIOVANNI FILENI

L’emozione forte di una vita di sacrifici e duro lavoro

Giovanni Fileni - Fondatore e Presidente Gruppo Fileni

Il nostro Personaggio Giovanni Fileni fondatore e presidente del gruppo Fileni insignito del titolo di Cavaliere del Lavoro. Ci confida che ricorda quella mattina a Roma per la cerimonia di consegna delle onorificenze dell’Ordine ‘Al Merito del Lavoro’ ai Cavalieri al Palazzo Quirinale. L’emozione forte di una vita di sacrifici e duro lavoro veniva premiata e lodata dal Presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, Antonio D’Amato, e dal Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro e delle Politiche Sociali, Luigi Di Maio. In sala erano inoltre presenti, i Presidenti del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati e il Presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, rappresentanti del Parlamento, del governo e del mondo dell’imprenditoria. Ma conosciamo il Cavaliere Giovanni Fileni nasce a Monsano, nelle Marche, il 28 Gennaio 1940, ultimo di tre fratelli, da una famiglia di mezzadri nella campagna della Vallesina. Non potendo completare la scuola media, a 14 anni, inizia a lavorare come meccanico in una officina artigianale di motociclette, settore nel quale crea una piccola società nel 1958, appena diciottenne. Nel 1965 inizia ad interessarsi al settore degli allevamenti avicoli così, pur continuando a svolgere l’attività di meccanico, inizia a sperimentare il primo sistema di allevamento di animali da cortile nelle campagne di Monsano, vicino alla casa di famiglia. Un anno dopo costruisce il primo capannone per l’allevamento di 5000 polli da vendere porta a porta alle casalinghe della Vallesina. Nel 1967, a Jesi, con l’aiuto della moglie Rosina, apre il primo negozio di vendita diretta di polli. Nel giro di 14 anni i negozi diventano 48 e i capannoni di allevamento 15, per un totale di 21.000 metri quadrati. Nel 1968 viene costruito il primo mattatoio. L’esperienza accumulata a contatto diretto con il consumatore si rivela fondamentale per capire le trasformazioni sociali in atto le quali si rispecchiano inevitabilmente in nuove esigenze da parte dei consumatori. Prende così il via uno degli aspetti più importanti della Fileni di oggi, la commercializzazione di prodotti pronti. Alla fine degli anni ottanta, Giovanni Fileni intuisce e interpreta prima di altri il passaggio dalla commercializzazione al dettaglio alla grande distribuzione. Chiude la catena di negozi e costruisce nel 1989 uno stabilimento per prodotti pronti a Cingoli, nelle vicinanze di Jesi. Nel 1995 l’imprenditore decide di costruire un nuovo mattatoio più grande, dando vita alla filiera completa della lavorazione delle carni, proprio nel momento in cui molte aziende avicole fallivano per non aver attuato il ciclo completo dal pulcino al prodotto finito. Nel 2008 Fileni fa un passo importante per la propria espansione avviando la produzione nel nuovo stabilimento di Castelplanio. I lavoratori arrivano a quota 1600 unità: proprio a loro viene dedicato il terzo bilancio sociale dell’azienda, pubblicato nel 2008. Fileni si conferma oggi come terzo player nazionale nel settore delle carni avicole e primo produttore in Italia di carni bianche da agricoltura biologica.

Fileni sceglie di difendere il futuro e agisce per sostenere e difendere il diritto globale al benessere
A Milano, in Fondazione Feltrinelli, un evento per raccontare il percorso sostenibile dell’azienda e la recente certificazione B Corp
Massimo Fileni

La prosperità della vita sul pianeta, la salute degli ecosistemi, l’inclusione e la valorizzazione della diversità dipendono dalla capacità dei sistemi di realizzare un cambiamento profondo, che non può più tardare. Il mondo del business può – per rapidità, capillarità e risorse – essere il motore del cambiamento: il mercato premierà le aziende che si dimostreranno non solo competenti, ma anche trasparenti, responsabili e sostenibili. Su questa leva, il gruppo Fileni, che ha recentemente conseguito la certificazione B Corp, nell’ambito di un convegno svoltosi a Milano dedicato interamente al tema della sostenibilità, ha presentato le proprie purpose, vision, mission, portando alla luce una linea che passa dalla sostenibilità, dall’economica circolare e arriva naturalmente a un terzo concept ancor più evoluto: quello di “rigenerazione”, intesa come la capacità di generare più valore economico, sociale e ambientale di quello utilizzato per produrre.”
Il PURPOSE di Fileni poggia su un concetto fondamentale: CREDIAMO NELLA CULTURA RIGENERATIVA COME BENE COMUNE. Fileni si impegna a trasmettere alle nuove generazioni la bellezza della vocazione agricola e l’urgenza di rigenerare la terra.
La VISION di Fileni parte dalla VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO PER AVER CURA DEL FUTURO DELLA COMUNITÀ. Fileni intende realizzare un modello di filiera rigenerativa, aperta e replicabile, perché un’imprenditoria responsabile si diffonda e, insieme al gruppo, per creare prosperità e bellezza per il territorio e le comunità.

La MISSION di Fileni punta ad un ambizioso obiettivo: ESSERE LA MIGLIORE FILIERA IN EUROPA PER IL BENESSERE DI PERSONE E ANIMALI.

Roberta Fileni

Fileni si impegna, infatti, ogni giorno, a diventare il punto di riferimento in Europa per le proteine biologiche, tutelando il benessere animale e orientando stili di vita sempre più sostenibili. Perché la creazione di una filiera del benessere diffuso ha ricadute positive per tutti.
“Le imprese che guardano al futuro- spiega Giovanni Fileni, Presidente e Fondatore del Gruppo- devono abbracciare un nuovo modello in cui il valore creato per le persone, l’ambiente e la comunità è misurato con lo stesso rigore normalmente riservato al profitto. Migliaia di aziende in tutto il mondo hanno scelto di evolvere e integrare questi concetti nel loro operato tramite due strumenti: B Corp e Società Benefit.

«La migliore filiera in Europa per il benessere di persone e animali»

Obbiettivo raggiunto da Fileni, primo produttore italiano ed europeo di carni avicole da allevamento biologico e terzo player nel settore avicunicolo nazionale. Il Gruppo con sede a Cingoli in provincia di Macerata nelle Marche a gennaio 2022 ha ottenuto la certificazione B Corp, il ‘bollino’ riconosciuto alle aziende che a livello mondiale si distinguono per l’adozione dei più alti standard di performance ambientali e sociali.
La nostra Storia come ci racconta Giovanni Fileni il fondatore; correva l’anno 1970 iniziammo con 50 polli , oggi non riusciamo a contarli quasi più. Siamo passati da un bilancio di poche migliaia di lire, oggi contiamo su circa 500 milioni di fatturato, 1800 sono i nostri attuali dipendenti e abbiamo circa 300 allevamenti sul territorio Marchigiano. Il nostro obbiettivo di cui ne andiamo fieri e la scelta di difendere il futuro’.
Nella definizione delle nostre purpose, abbiamo portato alla luce una linea che passa dalla sostenibilità, dall’economica circolare e arriva naturalmente a un terzo concept ancor più evoluto: quello di ‘rigenerazione’, intesa come la capacità di generare più valore economico, sociale e ambientale di quello utilizzato per produrre.
Siamo diventati una B Corp, la prima nell’industria della carne, perché sentiamo l’urgenza di agire e operare avendo un impatto positivo sull’ambiente e sulla società». Tra i nostri nuovi impegni per il prossimo futuro, l’obiettivo di estendere la propria carbon neutralità, già raggiunta a livello aziendale e sull’intera filiera entro il 2040, aderendo alla comunità The Climate Pledge, oltre che a rispettare i migliori standard di benessere animale nell’allevamento dei polli da carne, seguendo i criteri Ecc (European Chicken Committement).ne andiamo mfieri perché siamo la prima azienda Italiana a farlo.
Doppio podio per l’eccellenza Fileni: grazie alla sostenibilità della sua filiera, Fileni ha vinto il prestigioso  premio Coop For Future 2022, ma non è tutto l’azienda vince anche il premio “Miglior prodotto Food 2022” per il Maxi Hamburger di Bovino Fileni Bio nella categoria carni, salumi & pesce.
Il prestigioso premio Coop For Future 2022, è il riconoscimento di Coop ai propri fornitori a marchio che si sono distinti per le politiche di sostenibilità. La motivazione che è valsa il premio cita 5 azioni messe in campo da Fileni sul fronte innovazione nell’ottica del miglioramento degli standard qualitativi di prodotto e di processo e queste azioni sono nell’ambito del miglioramento dell’ efficienza energetica, nel processo produttivo e l’adozione di nuove tecnologie per la riduzione degli scarti, la riduzione del peso degli imballaggi, la razionalizzazione dell’impatto logistico, ed infine la carbon neutrality degli stabilimenti produttivi, già a partire dal 2020. Miglior Prodotto FOOD 2022, è il premio nato proprio per valorizzare e dare visibilità alle novità di prodotto disponibili nel retail. Rispondendo perfettamente ai requisiti richiesti, tra i quali il gusto, la qualità, l’attenzione all’ambiente, il packaging, la praticità e anche il contenuto di innovazione, – i Maxi Hamburger di bovino Bio che Fileni produce con il massimo rispetto sia per il benessere animale, sia per quello dell’ecosistema – sono stati premiati per la loro capacità di innovare nel rispetto dell’ambiente.
“Per noi è un orgoglio ottenere questi successi- commenta Roberta Fileni, Vicepresidente del Gruppo- perché conferma l’importanza del nostro percorso legato e orientato alla sostenibilità a 360°. Nonostante tutte le difficoltà dell’ultimo biennio, abbiamo raggiunto quest’anno obiettivi importanti e il nostro impegno si è focalizzato nel continuare a voler generare un impatto positivo sul mercato, sul territorio, sulle nostre persone e sulle comunità. Siamo infatti convinti che una realtà come la nostra sia protagonista nel promuovere valori, principi e iniziative virtuose in termini di responsabilità sociale d’impresa: ogni giorno ci ispiriamo al principio che “siamo parte, non siamo tutto”, come recita il nostro Manifesto di Sostenibilità”. Marzo si chiude quindi con un doppio successo per Fileni, occasione che ancora una volta il gruppo ha colto per ribadire il proprio impegno sul fronte della sostenibilità: le imprese che guardano al futuro devono abbracciare un nuovo modello in cui il valore creato per le persone, l’ambiente e la comunità è misurato con lo stesso rigore normalmente riservato al profitto.

Con il concorso Fileni «Buono per te, sostenibile per l’ambiente» vinci un anno di energia elettrica green
Dal 28 marzo al 30 aprile Fileni – in partnership con ENGIE – premia chi sceglie i prodotti buoni e biologici e chi crede nella sostenibilità ambientale
Relatori convegno Fileni

Dal 28 marzo al 30 aprile 2022 acquistando due prodotti a scelta della linea Fileni BIO, sarà possibile vincere una fornitura domestica di energia elettrica green della durata di un anno con ENGIE. Un’opportunità vantaggiosa per le famiglie e sostenibile per l’ambiente, che testimonia come le due aziende siano pronte a scendere in campo con azioni concrete per salvaguardare il pianeta.
Questo concorso si inserisce in una più ampia strategia dell’azienda con l’obiettivo di fidelizzare e massimizzare i consumatori, che Fileni ama definire “sostenitori” proprio a partire dal punto vendita, questa strategia si compone di azioni di “Brand activation in store” che comprendono promozioni e attivazioni concorsuali anche sui canali Instagram per aumentare il bacino di utenza, e costruire awareness attraverso l’engagement diretto del target. L’iniziativa è ideata da Fileni ed ENGIE Italia, leader della decarbonizzazione e dell’efficienza energetica. In Italia, ENGIE ha un’operatività diversificata lungo l’intera filiera energetica ed è partner di un milione di famiglie per la fornitura di energia e servizi dedicati alla casa accessibili, affidabili e sostenibili. Attraverso un QR Code presente sulla confezione dei prodotti Fileni BIO, l’utente potrà raggiungere immediatamente il sito del concorso (www.vinciconfileni.it), in modo da approfondire le informazioni, consultare il regolamento e giocare subito: sarà infatti sufficiente inserire i dati dello scontrino per scoprire subito se si è tra i vincitori di uno dei premi in palio.
Sostenibilità economica, sociale e ambientale in Fileni come elementi di cambiamento verso un nuovo modello di sviluppo.
“Questo più che un concorso è un segno di vicinanza verso i nostri sostenitori in un anno che vede crescere i costi dell’energia come mai in passato – sottolinea Simone Santini, General Manager – Chief Commercial Officer di Fileni – Coerentemente con il nostro percorso di sostenibilità, abbiamo deciso di lanciare questa iniziativa proprio a supporto di chi acquista e sceglie in modo consapevole. Fileni è, dal 2022, la prima azienda al mondo del nostro settore ad ottenere la certificazione B Corp”.

×

Milano Incontra Business

×
Pubblicità